Cycling & Blogging: welcome on board, sei entrato nel Blog ufficiale dell'Alexander Bike Hotel di Gabicce Mare!

lunedì 19 febbraio 2018

Bitride

Una startup nata dal Politecnico di Milano entra a far parte del mondo del noleggio di biciclette a flusso libero scommettendo sulla tecnologia, sulla personalizzazione e sul legame con il territorio. 
Ai tre servizi attivi su Milano si affiancherà a breve Bitride, che offre biciclette libere, da lasciare ovunque, come Mobike e Ofo, e, per la prima volta al mondo, ibride, a pedalata assistita che si ricaricano da sole sfruttando il movimento.

Le nuove biciclette condivise utilizzano il recupero di energia di quello che tecnicamente è definito come sistema di potenza per veicoli a trazione umana, messo a punto da Zehus, spinoff del Politecnico. 

 È un sistema racchiuso tutto nel mozzo della ruota posteriore che elettrifica la bicicletta con una modalità non plug-in: il sistema ibrido recupera l’energia cinetica di frenate e discese e sfrutta i salti di efficienza del corpo umano, raccogliendo l’energia che il ciclista sviluppa nei momenti di pedalata più agevole, per esempio quando ci si muove in piano, restituendoli nelle occasioni di minor efficienza, salite o difficoltà.

A febbraio partono due mesi di sperimentazione con 50 cicli destinati a 150 studenti e docenti del Politecnico, al termine dei quali partirà il servizio vero e proprio con 350 bici nel centro di Milano.
In questa avventura Zehus è affiancato in Bitride da Vodafone Automotive che garantirà la connessione e il tracciamento continuo. La localizzazione permetterà infatti di tenere sotto controllo senza soluzione di continuità in chiave di sicurezza e contro il vandalismo: il mozzo di Zehus, dotato da giroscopi e accelerometri, permette infatti di profilare con precisione il comportamento dell’utente anche solo per i salti dal marciapiede. La sicurezza per un ciclo del valore di 1.500 euro, contro 200 circa dei concorrenti, è rinforzata da un antifurto sonoro e da un lucchetto ridondante che funziona come freno fino al blocco totale nel caso di movimento, non attribuibile a un utente.

Esistono stazioni virtuali, aree che esistono solo sulla app: se l’utente parcheggia al loro interno riceve un incentivo sotto forma di credito d’uso. È un sistema per rendere più ordinato il parcheggio nei punti a maggior frequenza di rilascio. Per esempio per le stazioni ferroviarie, dove in prospettiva potrebbe essere utilizzato un parcheggio senza stalli fissi, fatto solo di bici legate una all’altra come i carrelli del supermercato, che potranno essere prenotate direttamente dal treno.

Courtesy of ilsole24ore.com



A startup founded by the Polytechnic of Milan becomes part of the world of free-flow bicycle rental betting on technology, personalization and the link with the territory.
The three services active in Milan will soon be joined by Bitride, which offers free bikes, to be left anywhere, such as Mobike and Ofo, and, for the first time in the world, hybrid, pedal assisted that recharge themselves using the movement.


The new shared bicycles use the energy recovery of what is technically defined as a power system for human-powered vehicles, developed by Zehus, the Polytechnic spinoff.

It is a system enclosed entirely in the rear wheel hub that electrifies the bicycle with a non-plug-in mode: the hybrid system recovers the kinetic energy of braking and descending and exploits the efficiency jumps of the human body, collecting the energy that the cyclist develops in the moments of pedaling easier, for example when you move in the plane, returning them on the occasions of lower efficiency, climbs or difficulties.


In February, two months of experimentation start with 50 cycles for 150 students and professors of the Politecnico, at the end of which the real service will start with 350 bikes in the center of Milan.

In this adventure Zehus is joined in Bitride by Vodafone Automotive that will guarantee the connection and continuous tracking. The location will allow you to keep under control in a safety key and against vandalism: the hub Zehus, equipped with gyroscopes and accelerometers, in fact allows you to accurately profile the user's behavior even just for the jumps from the sidewalk . Security for a cycle worth 1,500 euros, compared to 200 of the competitors, is reinforced by a sound alarm and a redundant padlock that works as a brake to the total block in the case of movement, not attributable to a user.



There are virtual stations, areas that exist only on the app: if the user parks in them, he receives an incentive in the form of credit for use. It is a system to make parking more orderly in points with greater frequency of release. For example, for railway stations, where in perspective a parking lot without fixed stalls could be used, made only of bikes tied to each other like supermarket trolleys, which can be booked directly from the train.



sabato 17 febbraio 2018

Alpha: la prima bici a idrogeno

Con due litri di idrogeno, riesce a percorrere 100 km e per ricaricarla bastano due minuti.

La Pragma Industries, start up francese che produce celle a combustibile per applicazioni militari, ha lanciato Alpha, la prima bicicletta a idrogeno sviluppata in serie.
La società, il cui quartier generale è a Biarritz, ha recentemente venduto 60 di queste biciclette hi-tech a una serie di comuni francesi tra cui Saint Lo, Cherbourg, Chambery e Bayonne. 

I prezzi delle bici che che raggiunge i 25 km/h, restano ancora proibiti e raggiungono i 7.500 euro l'una, ma Pragma Industries intende portarli velocemente a 5 mila euro, l'equivalente di una bici elettrica di fascia alta. 
Per adesso la start up si rivolge agli operatori di noleggio biciclette, alle società di consegna e alle amministrazioni pubbliche che intendono munirsi di una flotta di bici ecologiche e efficienti.



A differenza delle biciclette elettriche che hanno bisogno di diverse ore per ricaricarsi, il serbatoio da due litri presente sulle Alpha si rialimenta molto più velocemente e un chilo di idrogeno contiene circa 600 volte più energia di una batteria al litio dello stesso peso. Il problema è che esistono poche stazioni di ricariche sparse sul territorio.
Per questo Pragma sta sviluppando un congegno da applicare sulle bici, capace di trasformare l'acqua in idrogeno utilizzando una reazione chimica tra acqua e alluminio o polvere di magnesio per produrre gas idrogeno.





With two liters of hydrogen, it manages to travel 100 km and to recharge it takes just two minutes. 

Pragma Industries, the French start-up that produces fuel cells for military applications, has launched Alpha, the first series-developed hydrogen bicycle. The company, whose headquarters are in Biarritz, has recently sold 60 of these hi-tech bicycles to a number of French municipalities including Saint Lo, Cherbourg, Chambery and Bayonne.



The prices of the bikes that reach 25 km / h, still remain prohibited and reach 7,500 euros each, but Pragma Industries intends to quickly take them to 5 thousand euros, the equivalent of a high-end electric bike. For now the start-up is aimed at bicycle rental operators, delivery companies and public administrations wishing to acquire a fleet of ecological and efficient bikes. 

Unlike electric bicycles that need several hours to recharge, the two-liter tank on the Alpha gets much faster and one kilo of hydrogen contains about 600 times more energy than a lithium battery of the same weight. The problem is that there are few recharge stations scattered throughout the territory. For this Pragma is developing a device to be applied on bikes, capable of transforming water into hydrogen using a chemical reaction between water and aluminum or magnesium powder to produce hydrogen gas.


venerdì 16 febbraio 2018

Gen 2 Wheel di Electron

Nel 2017 Mountain View ha contribuito a finanziare il progetto Gen 2 Wheel di Electron

Si tratta di una ruota di bicicletta motorizzata elettricamente, montabile in pochi secondi e interamente controllabile tramite Google Assistant, l'assistente virtuale sviluppato dal gruppo californiano. 

Il sistema utilizza un sensore che rileva la pendenza e la scorrevolezza della strada per calcolare il livello di assistenza (non si tratta di pedalata assistita in quanto il motore elettrico è situato nella ruota e non interviene quindi nel movimento centrale che permette il movimento delle pedivelle).

L'Electron Wheel può essere installata sulla maggior parte delle bici con freni a cerchione. La velocità massima di 16mph (circa 25 km/h) rispetta le normative europee. Il tempo di carica rapida della batteria, agli ioni di litio, è di 2 ore, mentre l'autonomia è di 50 km.




In 2017, Mountain View helped finance Electron's Gen 2 Wheel project.

It is an electrically motorized bicycle wheel, which can be mounted in a few seconds and can be controlled entirely by Google Assistant, the virtual assistant developed by the Californian group.

The system uses a sensor that detects the slope and smoothness of the road to calculate the level of assistance (it is not a question of assisted pedaling since the electric motor is located in the wheel and therefore does not intervene in the central movement that allows the movement of the cranks) .


The Electron Wheel can be installed on most bikes with rim brakes. The maximum speed of 16mph (about 25 km / h) complies with European regulations. The fast charge time of the lithium-ion battery is 2 hours, while the autonomy is 50 km.